Hybrid Workplace: il futuro anche dopo l’emergenza.

News

Come fare a rimanere i numeri uno nel mercato? Provando ogni giorno a fare qualcosa di nuovo: un nuovo programma radiofonico, nuovi stili di produzione editoriale, scovando nuovi artisti, sviluppando progetti tecnologici innovativi. Faticoso, ma molto, molto divertente!

iconcategoria.png

News

Hybrid Workplace: il futuro anche dopo l’emergenza.

La Unified Communication e la digitalizzazione degli ambienti di collaborazione cambieranno in modo indelebile gli ambiti Corporate ed Educational. Scopriamo come partecipare alla nuova rivoluzione tecnologica della produttività!
Tue, 04/13/2021 - 10:50
Hybrid Workplace: il futuro anche dopo l’emergenza.
Una ricerca firmata Recon Research conferma un trend che è destinato a rimanere, consolidandosi anche dopo l’emergenza sanitaria e il ritorno alla normalità.

Prima della corsa allo smartworking e alle soluzioni di collaborazione da remoto, solo il 14% dei lavoratori usava giornalmente piattaforme di videoconferenza. Oggi invece lo scenario ha subito un forte cambiamento, con la necessità di approfondire e migliorare gli strumenti di conferencing digitale, ormai costantemente presenti nella giornata lavorativa di milioni di persone.

La crisi ha permesso di sperimentare tutte le potenzialità di una comunicazione in grado di azzerare le distanze, stimolare gli utenti e mantenere alto il livello di produttività: oggi più del 50% degli smartworker partecipa a una call video almeno una volta al giorno e domani, le aziende non vorranno rinunciare alla qualità della collaborazione digitale, attivando un gran numero di postazioni ibride. Allo stesso modo, le sale conferenze, ma anche le aule dedicate alla formazione, si voteranno ad una configurazione ottimizzata per la collaborazione da remoto. 

Ecco concretizzarsi un’opportunità di massimizzazione della produttività, puntando sulla connessione tra business unit in tutto il mondo. Si passerà dall’emergenza allo sfruttamento di un vantaggio strategico, dando vita a una vera cultura aziendale ibrida, che non può fare a meno della tecnologia, progettata per favorire la collaborazione - anche a distanza - elevando la condivisione delle idee a valore centrale.
Per raggiungere l’obiettivo, la chiave è la tecnologia, che dovrà essere semplice da gestire e utilizzare. Dovrà anche essere di alta qualità, per lasciarsi alle spalle video e audio in bassa risoluzione, ormai lontani dagli standard odierni. Il modo più veloce ed efficace per sbloccare le potenzialità della Digital Collaboration è affidarsi a un provider specializzato in soluzioni professionali, in grado di seguire i clienti dalla progettazione alla fornitura e installazione/configurazione dei device. 

Realtà come Tailoradio possono mettere a disposizione del mondo Corporate ed Educational tutta la competenza di una Divisione dedicata alle soluzioni per la Digital Collaboration, contando sui migliori dispositivi disponibili sul mercato, squadre disponibili su tutto il territorio italiano e la garanzia di un elevato livello qualitativo del servizio di progettazione e installazione.
Per entrare ora nel futuro della Unified Communication, scopri le nostre soluzioni dedicate e contattaci! 

Archivio

Categorie